Passo indietro per gli Shoemakers

Passo indietro per gli Shoemakers

Sono degli Shoemakers bruttissimi quelli scesi all'Auditorium di Pistoia contro l'Audax, che d'altro canto gioca una partita intensa mettendo in difficoltà fin dalla prime battute i ciabattini con la difesa a zona, mantenuta per tutti e 40 i minuti.

Avessero steso un tappeto rosso in area sarebbe cambiato poco, semplicemente perchè per la Gioielleria Mancini Shoemakers è stata una serata da dimenticare a causa delle pessime percentualei al tiro (16/50 totale, 32%) e le 26 palle perse, alcune di esse banali, sintomatiche di un approccio superficiale alla partita.

La brutta partenza del primo quarto è già un campanello d'allarme per i termali che segnano il primo canestro con una bomba di Pierini e poi prendono a mattonate il canestro pistoiese con delle soluzioni senza costrutto. L'Audax invece va sul velluto per il 16-7 finale del primo quarto.

Nel secondo periodo gli Shoemakers si riscuotono dal torpore, la difesa sale di livello, i pistoiesi stanno anche 5 minuti senza segnare e l'attacco è più lucido nel trovare buone soluzioni al tiro che portano a canestri puliti con Mignanelli che detta legga in area.

Nella ripresa però i ciabattini anzichè salire di livello, fanno un enorme passo indietro, su ambo i lati del campo, disunendosi e subendo la circolazione di palla dell'Audax che va a canestro con facilità. 

Sono le palle perse a fare la differenza - nei primi 12 minuti sono state 12, 13 alla fine del primo tempo, 7 nel terzo periodo e 6 nell'ultimo quarto - provocate dalla difesa dei pistoiesi con la partecipazione dei ciabattini che non hanno idee in attacco. Il quarto periodo è uno scempio, si assiste a un 1 vs 4 continuo che porta a ulteriori palle perse e percentuali infime dal campo. 

Il bel gioco mostrato nelle prime 3 partite sembra un lontano miraggio e l'Audax ne approfitta per rintuzzare un parziale che raggiunge i 20 punti di distanza con il canestro sulla sirena del 65-45.

Condividi:

Post Recenti